Gli italiani premiano Ail col 5 per mille

Ausl, nuovo direttore generale in visita a Forlì
29 Luglio 2020

La bella notizia

Nel 2019 gli italiani con il loro 5 per mille hanno donato all’Ail nazionale la ragguardevole cifra di 6 milioni 447mila euro frutto di 191.185 preferenze indicate nella loro denuncia dei redditi. Somma che sarà resa disponibile entro il 31 ottobre 2020.

La comunicazione ufficiale

A comunicarlo alle 81 sezioni italiane è, con una lettera, il presidente nazionale professor Sergio Amadori. “Come ricorderete – spiega proprio Amadori – lo scorso aprile il Governo aveva approvato un Decreto legge per rendere disponibili le risorse del 5×1000 Irpef destinate agli Enti ammessi nell’elenco di Onlus e volontariato relative all’anno finanziario 2018, importante notizia a cui aveva fatto seguito l’impegno di sbloccare anche le risorse relative al 2019 entro la fine dell’anno. Questo risultato era stato ottenuto anche grazie alla pressione che le Associazioni del Terzo Settore, tra le quali Ail, avevano esercitato sul Governo, chiedendo un sostegno per alleviare le difficoltà causate dalle mancate raccolte fondi per l’emergenza sanitaria da Covid-19 e continuare così a far fronte alle esigenze dei pazienti e dei loro familiari”.

Le classifiche

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato l’elenco dei beneficiari, che comprende in totale 58.636 enti. In questa significativa graduatoria l’AIL si piazza in settima posizione nella distribuzione delle scelte e degli importi per Onlus ed enti del volontariato con 153.846 preferenze per un importo complessivo di 4.666.806,91 euro, ai quali si sommano 221.131,78 euro di importo proporzionale per le scelte generiche per un totale di 4.887.938,69 euro. Quinta posizione, invece, per l’Associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma nella distribuzione delle scelte e degli importi per gli enti della ricerca scientifica e dell’università ammessi al beneficio dal Ministero, con 37.339 preferenze per un importo di  1.173.014,54 euro, al quale si aggiungono 386.119,11 euro di importo proporzionale per le scelte generiche, per un totale di 1.559.133,65 euro. Ecco, quindi, che – come sopra ricordato – il risultato finale è pari a  6.447.072,34 euro. Risorse che saranno in parte redistribuite alle sezioni provinciali.

I ringraziamenti

“Tutto ciò – conclude Amadori – rappresenta un buon risultato per Ail, in linea e addirittura migliore rispetto al 2018 sia come numero di preferenze sia come raccolta.

Per questo voglio ringraziarvi sentitamente ancora una volta per l’enorme lavoro che portate avanti quotidianamente con grande passione, per sostenere la nostra missione di solidarietà, di miglioramento della qualità di vita dei pazienti ematologici e di sostegno alla Ricerca Scientifica nell’ambito dei tumori del sangue. I risultati ottenuti fino a qui ci incoraggiano a continuare a lavorare insieme per raggiungere traguardi sempre più significativi a favore dei malati ematologici. Grazie ancora e buon lavoro a tutti voi”.